Taxotere Docetaxel: farmaco per cura del tumore al polmone

Taxotere Docetaxel è un farmaco per la cura del tumore al polmone. È somministrato in pazienti sottoposti a chemioterapia. La chemioterapia trova impiego nel trattamento del carcinoma polmonare sia non a piccole cellule (adenocarcinoma) sia a piccole cellule (microcitoma).

Soprattutto in quest’ultimo caso, la chemioterapia è l’approccio terapeutico scelto maggiormente. Si opta per questo approccio poiché il carcinoma polmonare a piccole cellule è una forma tumorale aggressiva e spesso si è diffuso in altre sedi al momento della diagnosi. Grazie all’azione dei farmaci chemioterapici, la terapia può prolungare la sopravvivenza anche in pazienti che presentano la malattia in stadio avanzato.

L’ONA – Osservatorio Nazionale Amianto e il suo presidente, l’Avv. Ezio Bonanni, tutelano le vittime di tumore al polmone e delle altre malattie asbesto correlate, come il mesotelioma. È possibile richiedere l’assistenza medica e legale. Vengono inoltre salvaguardati i diritti di vittime del dovere e di malasanità.

 

Indice dei contenuti

Tempo di lettura stimato: 6 minuti

 

Taxotere Docetaxel: chemioterapia tumore polmone

Taxotere è un farmaco chemioterapico che agisce inibendo i microtubuli all’interno delle cellule tumorali. In questo modo si compromettono le capacità di crescita della cellula. Lo stesso meccanismo è utilizzato anche dal Taxolo Paclitaxel.

Il Taxotere chemioterapico è un farmaco che si può somministrare sia in monoterapia sia in associazione con il CisplatinoCarboplatino. È assunto per via endovenosa. La schedula di somministrazione prevede un giorno di somministrazione ogni 3 settimane oppure si può optare per il dosaggio una volta alla settimana (Taxotere settimanale).

La modalità di somministrazione viene scelta dal medico sulla base delle condizioni generali del paziente e della presenza di eventuali comorbidità. Tuttavia non ci sono differenze significative tra le due schedule di somministrazione in termini di efficacia, ma varia solo la tollerabilità del paziente. Infatti la somministrazione settimanale è associata a meno Taxotere Docetaxel effetti collaterali rispetto a quella ogni tre settimane.

Se durante la somministrazione il paziente avverte dolore nell’area intorno al sito di puntura o intorno alla vena, bisogna informare l’oncologo o il personale sanitario, che provvederanno a rallentare l’infusione per ridurre il fastidio. Intorno all’area dove viene somministrato il medicinale il paziente può avvertire anche bruciore o notare una fuoriuscita di liquido e la pelle può apparire irritata o gonfia.

Altri farmaci antitumorali usati durante la chemioterapia sono Alectinib, Atezolizumab, Brigatinib, Ceritinib, Crizotinib, Dabrafenib, Durvalumab, Etoposide, Gemcitabina, Gefitinib, Erlotinib, Afatinib, Osimertinib, Nintedanib, Nivolumab, Pembrolizumab, Pemetrexed, Trametinib, Vinorelbina.

Tumore al polmone: principali fattori di rischio

Il tumore del polmone è una delle prime cause di morte nei Paesi industrializzati, compresa l’Italia. Rappresenta infatti il 15% di tutte le diagnosi di tumore negli uomini e il 12% nelle donne. In particolare, in Italia, il tumore del polmone è la prima causa di morte per tumore negli uomini e la terza nelle donne, con quasi 34.000 morti in un anno. La situazione nel suo complesso è mostrata dallo IARC nella monografia “Asbestos – chrysotile, amosite, crocidolite, tremolite, actinolite and anthophyllite“.

Il tumore ai polmoni è riscontrato soprattutto nelle persone anziane, in particolare tra i 70 e i 74 anni, e il fumo è indicato come il fattore principale che causa l’insorgere di questa neoplastica polmonare. Tuttavia agiscono altri agenti, che possono aumentare le possibilità di contrarre il cancro ai polmoni. Per esempio hanno un ruolo decisivo l’inquinamento atmosferico, altri casi di tumore del polmone in famiglia, precedenti malattie polmonari e trattamenti di radioterapia che hanno indebolito i polmoni.

Esistono, però, ulteriori fattori di rischio, come l’amianto o asbesto, il radon e i metalli pesanti, a cui si è esposti soprattutto nei luoghi di lavoro. Questi agenti cancerogeni possono agire in sinergia. Ciò è dimostrato da Richard Doll, nella sua pubblicazione “A Study of Lung Cancer Mortality in Asbestos Workers“. Questa ricerca mette in evidenza come vi sia un effetto sinergico tra fumo di sigaretta e amianto. Insieme, questi due fattori aumentano il rischio di insorgenza di tumore polmonare di ben 5 volte.

 

Assistenza medica e tutela legale

Chiama il numero verde, contattaci su Whatsapp o compila il form per ricevere assistenza gratuita. Taxotere Taxotere

    Taxotere effetti collaterali chemioterapia tumore polmone

    I pazienti sottoposti alla terapia con Taxotere Docetaxel possono riscontrare degli effetti indesiderati. Uno di questi è la temporanea riduzione della funzionalità del midollo osseo. Il Taxotere Docetaxel, infatti, può causare anemia, tendenza a sviluppare ecchimosi, ossia lividi, o emorragie e infezioni.

    La ridotta funzionalità del midollo osseo può manifestarsi già dopo 7 giorni dalla somministrazione del farmaco. I valori minimi verranno registrati entro 10-14 giorni dopo la chemioterapia Taxotere. Successivamente il numero delle cellule ematiche ricomincerà a salire gradualmente e in maniera costante, normalizzandosi entro 21 giorni.

    Inoltre possono verificarsi febbre oltre i 38°C, diarrea, dolore o ulcere del cavo orale, mal di denti, nausea e vomito. Riguardo quest’ultimi, esistono dei farmaci molto efficaci, detti antiemetici, per prevenirli o ridurli sensibilmente. Tuttavia la nausea potrebbe comunque verificarsi nel giro di poche ore dopo il trattamento.

    Un altro sintomo tipico del Taxotere e dei farmaci chemioterapici è la caduta dei capelli, talvolta preceduta da dolore al cuoio capelluto. Di solito avviene 2-3 settimane dalla somministrazione della prima dose del farmaco. Anche le ciglia, le sopracciglia e altri peli che ricoprono il corpo possono diradarsi e cadere. Si tratta, però, di un fenomeno temporaneo. Infatti i capelli ricresceranno una volta che il trattamento sarà concluso.

    Infine la terapia può causare al paziente stanchezza, sensazione di debolezza e ritenzione di liquidi. Infatti il peso potrebbe aumentare e gambe o caviglie gonfiarsi. Tuttavia anche questo fenomeno scompare lentamente alla conclusione del trattamento.

    Effetti indesiderati meno frequenti del Taxotere Docetaxel

    Il Taxotere Docetaxel polmone può provocare anche manifestazioni cutanee, come rash cutaneo simile all’acne, che può dare prurito, dolorabilità e rossore del palmo della mano e della pianta del piede (sindrome palmare-plantare) e reazioni allergiche. I segni dell’intollerabilità al farmaco comprendono eruzioni cutanee e prurito, rialzo della temperatura, brividi, rossore al volto, vertigini, mal di testa, mancanza di respiro e minzione più frequente. Spesso si prescrive un ciclo di trattamento con steroidi per prevenire lo sviluppo di una reazione allergica e ridurre altri effetti collaterali Taxotere.

    Inoltre ci sono anche delle controindicazioni meno frequenti dell’uso di questo farmaco. Il Taxotere polmone può provocare intorpidimento o formicolio a mani e piedi, dolori articolari o muscolari e alterazione delle unghie. Infatti si può avvertire un dolore alla base dell’unghia e le unghie possono cambiare colore. Ma queste riprenderanno il loro normale aspetto qualche mese dopo la conclusione del trattamento.

    Infine il farmaco può avere effetti sulla capacità di concepimento. In più non è raccomandabile iniziare una gravidanza o concepire un bambino se si è sottoposti al trattamento con questo farmaco, in quanto potrebbe compromettere lo sviluppo fetale. Occorre quindi utilizzare metodi contraccettivi efficaci.

    Vittime del cancro polmonare: tutela medica e legale

    L’ONA offre assistenza medica gratuita per le vittime di cancro al polmone. Esse possono così riceve una diagnosi precoce e la sorveglianza sanitaria di chi è esposto ad amianto. Inoltre si tutelano tutte le vittime di malasanità, assicurando la responsabilità medica.

    L’Osservatorio Nazionale Amianto fornisce anche assistenza legale gratuita. Grazie ad essa è possibile tutelare i diritti delle vittime di malattie correlate all’amianto, come il tumore al polmone. Un pool di avvocati, diretti dall’Avv. Ezio Bonanni, guideranno le vittime in tutte le fasi dell’iter legale, al fine di ottenere il risarcimento dei danni e il riconoscimento di tutti i benefici previsti.